IC NIEVO

Teatro

Print Friendly, PDF & Email

 


 

 

 

INFANZIA CINTO CAOMAGGIORE

Sezioni A, B, C e D

LUVIAMAMA

Un teatrino d’ombre composto da suoni, musiche e canti popolari provenienti da tutto il mondo hanno fatto da sfondo alla tenera storia del piccolo scoiattolo Cichitin. Mediante la promozione di queste attività è possibile avvicinare i bambini al teatro, non solo come fruitori, ma anche come protagonisti. Essi possono prendere coscienza del proprio mondo interiore, imparando ad esercitare un maggior controllo sulle proprie emozioni, superando difficoltà ed insicurezza portandoli a potenziare le capacità creative.

Insegnanti: Giuliana Raimondo, Anna Demarindis, Lucrezia Zanutto, Gloria De Ponte, Simonetta Paier, Mery Bergamasco, Mario Primo, Paola Furlanis, Silvia Fuga.

Officine Duende-Progetto RUA  presso il “Centro Culturale Stefanuto” di Settimo

Finanziato dai genitori


Sarmede

 

INFANZIA CINTO CAOMAGGIORE

Sezioni A, B, C e D

 “I MUSICANTI DI BREMA”

La scelta di portare i bambini a questo spettacolo è nata dalla sua attinenza al tema del percorso di plesso. Fondere insieme realtà e fantasia, dando vita a una favola, conduce i bambini, attraverso musiche e melodie, alla scoperta di suoni e strumenti nuovi.

Insegnantii: Mery Bergamasco, Mario Primo, Gloria De Ponte, Lucrezia Zanutto, Simonetta Paier, Paola Furlanis, Valeria De Santis, Jessica Serra, Giuliana Raimondo

“Teatro Perdavvero” di Ferrara all’interno della 29^ edizione “Teatro Ragazzi” di Sarmede

Finanziato dai genitori


Teatro Russolo

 

 

INFANZIA CINTO CAOMAGGIORE

Sezioni B, C e D

“UN AMICO ACCANTO”

Drotto il dragone, viaggia alla ricerca di un amico perché si sente solo… Avvicinare i bambini al teatro è un’esperienza che li arricchisce, andando a stimolare le doti innate della fantasia e dell’immaginazione regalando emozioni, suoni e sensazioni.

Insegnantii: Mery Bergamasco, Mario Primo, Gloria De Ponte, Lucrezia Zanutto, Simonetta Paier, Paola Furlanis, Valeria De Santis

“Compagnia Mattioli” presso il Teatro Russolo di Portogruaro

Finanziato dai genitori